HostingVirtuale

3) La cittadinanza

La cittadinanza   –   giovedì 22 novembre 2007

relatore: dr. Gianni Saonara, ACLI Veneto

Titolo: CITTADINANZA: orizzonti pensati itinerari partecipati

Cosa significa cittadinanza? quali tratti identificano il cittadino e lo rendono veramente degno di tale nome? il riconoscimento dell’altro; la responsabilità, ossia il farsi carico dell’altro; la reciprocità, ossia la disponibilità alla relazione fondata sulla fiducia, al dialogo costruttivo con l’altro; la corresponsabilità, o il concorso,  nel raggiungimento del bene comune…..


il dr. Gianni Saonara si è rivelato davvero sorprendente per la novità e la profondità dei contenuti che ci sono stati offerti. Una novità, per certi aspetti, anche spiazzante per l’impostazione del pensiero, alla quale noi cristiani, forse da tempo ci siamo disabituati.

Il punto di partenza è considerare la cittadinanza come un vasto cantiere in costruzione. E’ importante soffermarsi su questa espressione in quanto da essa possono scaturire una serie di riflessioni interessanti e nient’affatto scontate. Innanzitutto l’invito a considerare la cittadinanza non come un insieme di concetti definiti e determinati una volta per tutte, ma piuttosto come una realtà da progettare e costruire continuamente a partire dalla lettura e dalla comprensione del tempo e del mondo in cui viviamo. Significa, per i cristiani, cercare ed individuare di volta in volta i modi per incarnare il Vangelo in un mondo che è in “vasto e continuo cambiamento”, scegliendo di stare dentro al mondo, affrontando le sfide che il mondo ci pone innanzi; è lo stile dell’incarnazione, quello che ci ha insegnato Cristo, facendosi uomo e accettando Lui, la Verità, di entrare nella realtà della storia umana fatta di tradizioni e leggi, fasti e miserie. Il cristiano non può, pertanto, chiamarsi fuori da un concreto impegno come cittadino, non può non sentire e non assumersi la responsabilità della cittadinanza, in qualunque modo essa si dia, dall’assolvimento dei primi e più semplici doveri civili fino alla scelta dell’impegno politico.

Dunque, i cristiani sono chiamati a dare in questo cantiere il loro originale contributo, la loro alternativa cristiana. Ma come si configurano questa originalità e questa alternativa cristiane? Il contributo più originale sta nel recuperare alla cittadinanza e alla politica due dimensioni fondamentali -e potremmo anche dire imprescindibili-: la dimensione profetica e quella spirituale. La dimensione profetica ci chiama ad operare per la realizzazione del Regno di Dio, annunciando il Vangelo e portando nel mondo la carità. Traducendo in termini pratici, pensiamo, ad esempio, al perdono, pensato nella sua valenza pubblica; o, ancora, al recupero della relazionalità in un mondo malato di disgregazione e – sembra quasi paradossale in tempi in cui la velocità nella comunicazione ha raggiunto livelli inimmaginabili fino a qualche anno fa – di incomunicabilità e incapacità di dialogo tra le persone , anche a partire dal nucleo sociale primo che è la famiglia.

La dimensione spirituale ci porta a riconoscere il primato di Dio e la sua presenza ed azione nella storia. Troppo preoccupati per trovare da noi, le ricette per il bene degli uomini dimentichiamo di mettere il mondo e l’umanità nelle mani di Dio, di cercare in Lui e nella sua Parola la luce per pensare le strade da perseguire e le risposte da dare; e la forza che sostenga le nostre azioni ed i nostri progetti. Dobbiamo riscoprire l’importanza di pregare la cittadinanza.

Abbandonare o dimenticarsi di queste due dimensioni significa pensare e progettare in termini di semplice prassi, muovendosi entro gli orizzonti molto ristretti del presente e della contingenza, incapaci di progettare ed aprire strade sicure per il futuro e senza produrre la vera e autentica alternativa, che faccia la differenza rispetto alle altre proposte.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 Scuola di formazione Sociale di S.Agnese in Treviso | ScrollMe by AccessPress Themes