4 una lettura storica della svolta del Vaticano II.

una lettura storica della svolta del Vaticano II.

 L’impatto sulle comunità cristiane di allora, la situazione odierna e le prospettive per il domani

 giovedì 20 gennaio 2011

Relatore:  prof.Alberto Melloni,  Ordinario di Storia del Cristianesimo presso Università di Modena-Reggio Emilia, Direttore della Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII di Bologna 


Con l’incontro di questa sera, apriamo la seconda parte del nostro itinerario, dedicata all’approfondimento sul CVII sotto il profilo ecclesiale e storico-sociologico.

E’ con noi il prof. Alberto Melloni, che molti già sicuramente conoscono, e che siamo davvero lusingati di avere con noi questa sera. Fin ora la nostra riconoscenza per aver accettato il nostro invito in una realtà piccola e anche modesta quale quella della nostra Scuola di formazione Sociale, ma che negli anni sta crescendo e questo ci conforta ed incoraggia a proseguire. La presenza di relatori importanti contribuisce certamente a farci crescere.

Dopo aver insegnato nell’Università di Roma 3, attualmente è professore ordinario di Storia del cristianesimo presso l’università di Modena-Reggio.

Dirige la Fondazione per le scienze religiose Giovanni XXIII di Bologna.

Ha lavorato su alcuni grandi temi della storia religiosa (dalla scomunica al martirio volontario, dalla shoah ai concili). Ma in particolare ha studiato

Giovanni XXIII, su cui ha pubblicato fonti, presiedendo il Comitato nazionale per l’edizione dei Diari roncalliani, e monografie fino al recente “Papa Giovanni. Un cristiano e il suo concilio”,  Einaudi 2009

– – il Vaticano II, di cui è stato curatore della Storia del concilio Vaticano II nell’edizione italiana e segretario del board internazionale che l’ha prodotta: ha studiato la sua ricezione, fino alla recente raccolta di saggi  dal titolo “Chi ha paura del Vaticano II?” curata con G. Ruggieri

– alcune figure del 900, come Dossetti di cui ha curato di recente l’edizione di Cronache sociali e gli atti dei colloqui del decennale

– le istituzioni il diritto della chiesa latina con le monografie su “Innocenzo IV” (Marietti 1988) e “Ilconclave”,Bologna2005 Tradotto n 4 lingue)
Collabora con diverse riviste e case editrici

È membro della direzione di «Cristianesimo nella storia», dell’Editorial Board della Revue suisse d’histoire religieuse et culturelle»

ed è stato fra i direttori di «Concilium».

È il curatore dei Conciliorum œcumenicorum generaliumque decreta, serie del Corpus Christianorum, iniziata da G. Alberigo.

Dirige la collana Christianity & History presso Lit Verlag, Münster e la collana Politica e Santa Sede nel Novecento presso il Mulino, Bologna.

È socio della Académie Internationales des sciences religieuses.

Collabora in ambito videostorico con la Rai e dal 2000 scrive per il «Corriere della sera» di Milano.

Ha tenuto lezioni e seminari in varie sedi unversitarie, fra le quali l’Accademia delle scienze di Mosca, a Pechino, negli Stati Uniti in varie Università, a Gerusalemme e Tel Aviv, Friburgo, alla Sorbona di Parigi, in Canada (ad Ottawa  e Toronto), a Dublino, alla Pontificia Università Gregoriana e all’Università Cattolica di Milano.

Dal 1 ottobre 2009 è titolare della Cattedra UNESCO per il Pluralismo Religioso.

A lui abbiamo chiesto di dare una lettura storica della svolta del Vaticano II, considerando l’impatto della novità dei contenuti del Concilio (liturgia, rapporto con la Parola di Dio, catechesi, laici,…) sulle comunità cristiane negli anni immediatamente seguenti, ma guardando anche alla situazione odierna, come oggi sia sentito e attuato il Concilio, e a quali prospettive rimangano aperte per il domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *